class="post-template-default single single-post postid-860 single-format-standard">


Come usare Design e Marketing | Marketing linee guida (Parte 12)

Matite colorateDesign e Marketing: due concetti da approfondire

Quando parliamo di design, parliamo di un mondo a parte che comprende un’ampio ventaglio di possibilità: il design di un prodotto, parliamo di architettura, parliamo di automobili e di tantissime altre cose, ma nel nostro caso parliamo soprattutto di prodotti.

Molto spesso il concetto di design è pensato soltanto per lo stile di un prodotto, pensiamo ad auto come la Ferrari, oppure alla Rolls Royce, alla Harley Davidson.
In questi casi il design è pensato soprattutto come alla forma del prodotto, alla sua eleganza, alla sua funzionalità ed alla sua funzione e per questo molti manager non ne conoscono il vero significato, per quanto possa sembrare strano.

Nel caso delle automobili, tanto per fare un esempio pratico, non sempre il design va a spasso, per così dire, con la qualità, è capitato infatti in passato che gli acquirenti di vari automezzi abbiano dovuto recarsi spesso dal meccanico nonostante l’ineccepibile qualità del design della loro auto e della notorietà della marca.
In ogni caso l’aspetto e lo stile di un prodotto ne determinano il successo, basti pensare alle famose bottiglie della Coca Cola oppure ai computer Apple, risonoscibili da subito sia per la loro forma, sia successivamente per la qualità dei prodotti e soprattutto per la loro unicità dovuta anche e soprattutto al loro design.

Però il design va ben oltre l’aspetto esteriore degli oggetti infatti un buon prodotto, oltre ad essere attraente, deve soddisfare anche i seguenti criteri:

  • la confezione deve essere facile da aprire
  • il prodotto deve essere facile da montare
  • deve essere facile imparare ad utilizzarlo
  • deve essere facile utilizzarlo
  • deve essere facile ripararlo
  • deve essere facile disfarsene.

Consideriamo per un momento la facilità d’uso.
Quando acquistiamo un prodotto, la prima cosa che ci interessa è di utilizzarlo subito, senza dover passare notti insonni davanti all’oggetto o cercando informazioni sui forum su come fare una determinata operazione che magari non è spiegata bene nel libretto delle istruzioni, perché purtroppo molto spesso capita che i libretti siano estremamente sintetici, troppo sintetici e per questo motivo mancano delle informazioni fondamentali che, altrettanto spesso, fanno perdere moltissimo tempo alla ricerca di una possibile soluzione.
Senza contare i caratteri microscopici con i quali sono stampati i libretti… altro punto a sfavore di un qualsiasi prodotto, sia pure di massima qualità.

Sono errori da evitare, perché dobbiamo pensare sempre che per un nostro errore, la concorrenza può trovare la giusta soluzione e in quel caso il consumatore accorto, può disfarsi del prodotto acquistato, procedere con un nuovo acquisto di un prodotto equivalente (ma della concorrenza) e fare cattiva pubblicità con i conoscenti: in definitiva un insuccesso per chi produce quel particolare articolo.

Il design quindi è una parte fondamentale della progettazione di un bene, proprio perché deve essere pensato prima di tutto per il consumatore, ovvero la persona che dovrà acquistare il prodotto, dovrà farne un certo uso ed un giorno dovrà avere la possibilità di disfarsene, tutto questo senza dover incontrare alcun tipo di difficoltà: questi fattori determinano un design di successo e sottolineano l’ottima qualità e l’immagine della casa produttrice confermandone la quota di mercato.

Altro esempio, capitato veramente, è quello di una macchiina progettata per la pulizia dei pavimenti da utilizzare negli uffici.
Design ineccepibile quindi molto bella da vedere, caratteristiche d’eccezione, ma… non si vendeva.
Poteva essere facilmente spinta da un uomo di corporatura media, ma risultava troppo pesante per la maggior parte delle donne.
Risultato: molti utilizzatori di questa macchina risultavano essere proprio le donne!

Nel caso illustrato, i progettisti del design avevano pensato a tutto, ma non al pubblico che avrebbe dovuto utilizzare tale strumento, ne è risultato pertanto un progetto fallito.
Quando si progetta qualcosa, sia graficamente parlando, sia per quanto riguarda l’estetica di un prodotto, è necessario immedesimarsi nel pubblico, pensare soprattutto a chi deve utilizzare quel prodotto, che uso dovrà farne, per quanto tempo, la fascia d’età eccetera, nulla dovrebbe essere lasciato al caso, perché ogni volta che tralasciamo qualche particolare, il nostro committente potrebbe potenzialmente perdere soldi, clienti e credibilità e non faremmo certo una buona pubblicità a noi stessi.

Questo articolo è disponibile anche in formato pdf, nel caso tu voglia stamparlo e leggerlo con calma.
Ecco il file da scaricare: Design e Marketing

The following two tabs change content below.
Grafico, fotografo (da sempre) e webdesigner dal 1990, mi occupo di consulenza aziendale per il marketing e di progetto e impaginazione per la grafica tradizionale, oltre che della progettazione e realizzazione di siti web dinamici, statici e e-commerce. Ho collaborato con agenzie di Milano, Bologna, Varese, Udine e Roma per la progettazione grafica e realizzazione di siti web.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook
Sezioni portfolio

Modelli per siti web

Sito Lions Club

Logo Design

Logo Design

Calendario articoli
febbraio: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728