class="post-template-default single single-post postid-811 single-format-standard">


Google Adwords: iniziamo | Google AdWords linee guida (Parte 1)

Logo di Google AdWordsGoogle AdWords: di cosa si tratta

Iniziamo oggi con un nuovo argomento, ovvero Google AdWords, il famoso servizio offerto dal più noto dei motori di ricerca.
Quando realizziamo un nuovo sito web, quando dobbiamo pubblicizzare uno o più servizi in determinati periodi dell’anno, quando abbiamo necessità di portare più visite al nostro sito, quello è il momento di pensare ad un servizio che ci permetta di risolvere tutti i nostri problemi in modo semplice, efficare ed economico, in due parole Google AdWords.

Esempio di pubblicità su Google

AdWords è uno dei numerosissimi servizi offerti da Google e ci permette di pubblicizzare il nostro sito mediante piccole inserzioni pubblicitarie, o banners, che compaiono nei risultati quando facciamo una ricerca sul noto motore di ricerca, di solito sulla colonna destra come si può vedere dall’immagine quì sopra.
Si tratta infatti di semplicissimi annunci pubblicitari compossti da:

  • un titolo
  • l’indirizzo della pagina di riferimento per l’argomento pubblicizzato
  • due righe di testo informativo.

Il contenuto di un banner pubblicitario di questo tipo può sembrare insufficiente, ma in realtà, sintetizzando al massimo il nostro messaggio pubblicitario, è possibile creare inserzioni molto accattivanti che porteranno molti visitatori sulla nostra pagina.

Come funziona Google AdWords

Vediamo in tanto una panoramica del funzionamento di una campagna pubbliciaria su Google, successivamente approfondiremo i vari aspetti in modo un po’ più tecnico.
Una buona regola, quando si crea una campagna pubblicitaria di qualsiasi tipo, è di creare più messaggi così da poter fare quello che tecnicamente si chiama split test, ovvero una prova fra due o più annunci per vedere in effetti quale abbia maggior efficacia sul pubblico.
Per questo motivo anche per quanto riguarda Google AdWords, la cosa migliore è di creare più annunci pubblicitari, quindi più banners ognuno con un messaggio che contenga lo stesso genere di informazioni, ma ognuno di essi strutturato in modo diverso.

Google provvederà da solo a pubblicare alternativamente le varianti del nostro annuncio e a seguito dei risultati ottenuti, successivamente pubblicherò l’annuncio o gli annunci che generano un maggior numero di click.

Quanto costa AdWords

Google AdWords può costare pochissimo: da pochi Euro in sù e siamo noi, o i nostri clienti, a decidere il budget di spesa totale e la durata della campagna pubblicitaria.
Ogni volta che il nostro annuncio viene visualizzato nei risultati delle ricerche e viene cliccato da un visitatore, Google scala un certo numero di centesimi dal nostro budget giornaliero, un importo che decidiamo di spendere e che ci permette di calcolare la durata della campagna pubblicitaria in relazione al budget impostato come spesa totale.

Ad esempio, se scegliamo di investire solo 50,00 Euro in pubblicità e desideriamo spendere 1,00 Euro al giorno, la nostra campagna pubblicitaria avrà una durata di 50 giorni, generando ogni giorno, un certo numero di click e quindi di viisite al nostro sito.
Già da questo possiamo immaginare quanto possa essere interessante ed economico farsi pubblicità tramite Google.
Il costo di ogni click che viene effettuato sul nostro banner, dipende da ogni parola chiave ad esso associata, ma in ogni caso sono sempre pochissimi centesimi.
Quando durante la giornata viene raggiunto il massimo valore di spesa che abbiamo impostato, Google sospende la pubblicazione per riprenderla il giorno successivo, quindi saremo sempre sicuri di non sforare mai il budget che abbiamo impostato.

Possiamo scegliere i giorni della settimana in cui far pubblicare il nostro annuncio, la zona geografica restringendo così il campo di azione e la fascia d’età dei visitatori.
Ma la pubblicità di Google non si ferma ai risultati delle ricerche, va ben oltre, infatti abbiamo la possibilità di scegliere se far pubblicare il nostro annuncio anche su tutti questi siti che ospitano i banners pubblicitari di Google dove, se un visitatore clicca sull’annuncio pubblicitario, il proprietario del sito che ospita la pubblicità riceve un accredito di un certo numero di centesimi per ogni clck.

Se pensiamo alla quantità di pubblico che riusciamo a raggiungere e se pensiamo soprattutto che possiamo targettizzarre, in un certo modo, il pubblico al quale gli annunci verranno proposti, ci accorgiamo subito di quanto sia potente questo mezzo e quanto sia importante specialmente per aziende, negozi, associazioni, professionisti e via dicendo.

Anche aziende di un certo rilievo, usano questo genere di veicolo pubblicitario, proprio perché possono gestirlo al meglio con spese relativamente modeste, riuscendo a realizzare quello che generalmente con altri mezzi non si riesce ad avere: un numero proporzionale di visitatori in base al budget di spesa.
Naturalmente più elevato è il budget totale di spesa per la campagna pubblicitaria e maggiore il budget giornaliero, maggiori saranno i click che ogni giorno raggiungeranno il nostro sito, ma di una cosa possiamo essere sicuri al cento per cento: i visitatori arriveranno sempre!

Nella prossima puntata vedremo come registrarsi su Google AdWords e come iniziare a preparare una piccola campagna pubblicitaria, nel frattempo non mi rimane che augurarvi un buon divertimento, a presto!

The following two tabs change content below.
Grafico, fotografo (da sempre) e webdesigner dal 1990, mi occupo di consulenza aziendale per il marketing e di progetto e impaginazione per la grafica tradizionale, oltre che della progettazione e realizzazione di siti web dinamici, statici e e-commerce. Ho collaborato con agenzie di Milano, Bologna, Varese, Udine e Roma per la progettazione grafica e realizzazione di siti web.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *