class="post-template-default single single-post postid-1252 single-format-standard">


Lettera pubblicitaria VS volantino

LetteraVorrei fare un confronto con voi questa volta fra due sistemi pubblicitari che sono sicuramente diversi, ma che possono veicolare uno stesso messaggio con risultati differenti: la lettera pubblicitaria e il classico volantino.

A dire il vero, classici sarebbero tutti e due, perché la lettera pubblicitaria ha origini assai remote, basti pensare agli antichi Fenici ed al loro commercio, chissà quante lettere avranno scritto e pensate da quel momento quante ne sono circolate nel mondo!

Bene, da molti anni a questa parte, il volantino è ancora oggi uno dei mezzi più usati per veicolare un messaggio pubblicitario, in quanto è economico e ci permette di raggiungere un numero considerevole di pubblico… ma è veramente così?
In realtà una buona percentuale di volantini non raggiunge mai il destinatario per i seguenti motivi:

  • spesso viene considerato pubblicità indesiderata
  • quqlche volta non viene consegnato (cattivo servizio di chi fa distribuzione)
  • viene consegnato un pacchetto di volantini appoggiati sulle cassette della posta, ma non tutti lo prendono.

Questi sono alcuni aspetti di maggior importanza sui quali dovremmo riflettere se dobbiamo fare pubblicità per noi stessi o per i nostri clienti.
La pubblicità deve essere un investimento, per ogni euro che spendo, devo ricavare un euro + x, se questo non avviene, abbiamo un problema.
Oggi per ottenere qualche risultato, devono essere distribuite diverse migliaia di volantini e per più di una volta, altrimenti non si otterrà nulla di concreto.

Parlando con un collega, siamo venuti alla conclusione che per poter funzionare, il volantino inizia a dare qualche risultato dopo la seconda o terza distribuzione e parliamo di almeno 10.000 copie!
Un numero elevatissimo.
Il costo, se confrontato con altri mezzi pubblicitari, può essere contenuto, almeno per quanto riguarda la stampa, ma dobbiamo anche mettere in conto la distribuzione che di solito costa alcune decine di centesimi per ogni copia che dovrà essere distribuita, quindi parliamo di migliaia di euro in totale, fra stampa e distribuzione.

Per le lettere cartacee invece il discorso cambia completamente, infatti riusciamo ad avere una tasso di conversione (da potenziale cliente a cliente effettivo) molto elevato pur stampando soltanto qualche centinaio di copie.
Tutto dipende naturalmente soprattutto dal contenuto, una buona comunicazione studiata per il tipo di pubblico al quale desideriamo proporre beni o servizi, ci assicurerà i risultati migliori.

Perché le lettere pubblicitarie funzionano?

I fattori possono essere molti, primo fra tutti è il rapporto che abbiamo con la lettera, è più naturale come mezzo di comunicazione e non è invadente come un volantino che ci viene distribuito spesso in modo poco ortodosso.
Ad esempio mi capita spesso di ricevere pacchetti di volantini appoggiati sulle cassette della posta, o peggio ancora sul pavimento dell’ingresso del mio palazzo dove ho lo Studio.
In questo palazzo ci sono 12 appartamenti, quindi di norma i volantini dovrebbero essere uno per ogni appartamento, invece ne vengono lasciati a pacchetti di qualche decina, come se qualcuno dei residenti dovesse a sua volta redistribuirli ai conoscenti…
Oltre a questo la lettera è una sorpresa per il destinatario che è abituato a ricevere la pubblicità sottoforma di volantino o depliants come quelli dei supermercati, per intenderci.

Uno spreco di denaro che purtroppo non è possibile controllare, per quanto le agenzie che si occupano della distribuzione tengano sotto stretto controllo i loro collaboratori anche attraverso i feedback da parte dei clienti che commissionano la distribuzione del materiale pubblicitario.
Buttare soldi non piace a nessuno, per questo dobbiamo pensare a qualcosa che porti un maggior numero di frutti investendo meno denaro: la lettera cartacea ha tutti i requisiti necessari per far risparmiare e ottenere il massimo della conversione.

Voi avete mai provato ad usare questo mezzo?
Aspetto i vostri commenti, a presto.

The following two tabs change content below.
Grafico, fotografo (da sempre) e webdesigner dal 1990, mi occupo di consulenza aziendale per il marketing e di progetto e impaginazione per la grafica tradizionale, oltre che della progettazione e realizzazione di siti web dinamici, statici e e-commerce. Ho collaborato con agenzie di Milano, Bologna, Varese, Udine e Roma per la progettazione grafica e realizzazione di siti web.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook
Sezioni portfolio

Modelli per siti web

Sito Lions Club

Logo Design

Logo Design

Calendario articoli
febbraio: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728